<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

I suggerimenti per essere vicini ai collaboratori in smart working

smart workingOggi, tra gli obiettivi più sfidanti del dipartimento HR, troviamo l’integrazione della modalità smart working e l’attivazione di tutti gli strumenti che sono necessari al miglioramento delle performance all’interno di una cultura organizzativa agile. La trasformazione digitale ha prodotto e messo a disposizione delle aziende alcune soluzioni innovative che incontrano le esigenze dei collaboratori e supportano le attività. Non è questo, però, il solo aspetto da considerare in una fase delicata che richiede un adattamento a nuove abitudini di lavoro.

Nell’articolo di oggi, alcuni consigli per dimostrare vicinanza ai collaboratori in remoto.

Smart working & benessere organizzativo: una sfida per le aziende

La sempre più diffusa tendenza alla digitalizzazione ha portato anche a una modifica degli spazi di lavoro, che diventano ambienti ibridi, ma anche dell’approccio alle responsabilità. Tuttavia, questo può non essere sufficiente a garantire alti livelli di concentrazione e migliorare la motivazione al lavoro.

Non sempre prevedere la possibilità di lavorare da remoto equivale a un incremento del benessere organizzativo.

Da un lato, lo sviluppo di nuovi strumenti e tecnologie risulta fondamentale per diffondere su larga scala la modalità smart working e per cogliere le opportunità messe a disposizione dalla trasformazione digitale, che oggi coinvolge sempre più imprese. Dall’altro lato, però, si rende necessaria una guida da parte del dipartimento HR, perché il cambiamento di abitudini corrisponda anche a un aumento dei livelli di soddisfazione e benessere e a un incremento deciso delle performance.

Nella fase di attivazione, il ruolo delle Risorse Umane è decisivo, perché in grado di condividere e promuovere i benefici della modalità di lavoro agile.

Oltre a comunicare i vantaggi legati alla diminuzione degli spostamenti per raggiungere il luogo di lavoro – tra cui ricordiamo una riduzione dei livelli di stress dovuti al traffico o all’eventuale ritardo dei mezzi pubblici - e alla possibilità di dedicare più tempo di qualità alla famiglia e alle proprie passioni, è essenziale guidare i collaboratori all’utilizzo efficace dello smart working.

Una strategia mirata ed efficace dovrebbe andare oltre la sola regolamentazione a livello contrattuale: il lavoro da remoto è una delle soluzioni che possono contribuire a migliorare la qualità della vita e semplificare le operazioni.

New call-to-action

Anche la collaborazione tra colleghi assume una veste snella e smart; la cultura aziendale si rivela determinante, perché offre una guida pratica per adattarsi in modo rapido alle nuove esigenze del mercato, favorire l’ottimizzazione dei processi e raggiungere, così, la massima espressione del concetto di lavoro da remoto: l’organizzazione agile. Come realizzarla e metterla in pratica, dimostrando allo stesso tempo la vicinanza dell’azienda nei confronti dei collaboratori?

Coinvolgimento nei nuovi progetti e nelle attività strategiche

Soprattutto nelle prime fasi di integrazione e sperimentazione della modalità di lavoro agile, è molto importante coinvolgere i collaboratori a tutti i livelli. Le iniziative dedicate all’engagement sono essenziali per valorizzarne il ruolo e incrementare i livelli di soddisfazione e motivazione, attivando un circolo virtuoso collegato al benessere organizzativo.

In una cultura aziendale efficace, l’ambiente di lavoro è lo spazio che apre al confronto, alla condivisione di idee, suggerimenti, consigli e stimola la capacità di problem solving.

smart workingÈ possibile ricevere gli stessi input anche da remoto? Sì, perché anche in modalità agile si può introdurre lo strumento del feedback, fondamentale nel dialogo tra manager e team di lavoro, per riconoscere e apprezzare le performance. Premiare un comportamento virtuoso o individuare insieme le opportunità di miglioramento influenzano positivamente la percezione dei collaboratori nei confronti del proprio ruolo e del lavoro svolto.

Annullare la distanza fisica mantenendo alcune abitudini quotidiane

La riduzione della socialità tra colleghi è una delle sfide più complesse all’effettiva efficacia dello smart working, soprattutto quando si lavora da remoto per più giorni consecutivi.

Come minimizzare questa possibilità? Per assicurare la realizzazione dei progetti nei tempi stabiliti, è fondamentale essere sempre connessi e allinearsi periodicamente sulle attività in corsa, ma è bene non dimenticare le abitudini che contribuiscono ad alimentare il senso di appartenenza all’azienda. È molto importante trovare dei metodi che annullino la distanza fisica, ad esempio ritagliandosi del tempo per chiacchierare in modo informale insieme ai colleghi. Individuare questi momenti di socializzazione, oltre a consolidare le relazioni, aiuta ad allentare le eventuali pressioni e prevenire lo stress.


Nell’articolo di oggi, abbiamo parlato di smart working e dell’importanza di mettere a disposizione dei collaboratori soluzioni capaci di dimostrare l’attenzione dell’azienda al benessere e alla qualità della vita. Il dipartimento HR ha il compito di guidare l’integrazione di strumenti efficaci e innovativi, fondamentali per assicurare il successo del progetto di trasformazione verso una cultura organizzativa agile.

Sodexo mette a disposizione delle aziende e degli imprenditori la propria esperienza per migliorare la motivazione e il benessere dei collaboratori. Vuoi saperne di più? Clicca qui per prenotare una consulenza gratuita e personalizzata!

Consulenza Sodexo Benefits & Rewards

Argomenti: benessere organizzativo, cultura aziendale agile

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New call-to-action

Articoli recenti