<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Come funziona un portale welfare? Vantaggi per le imprese

portale welfareNegli ultimi anni, il welfare aziendale si è affermato non solo nelle multinazionali, ma anche nelle piccole e medie imprese. L’obiettivo è offrire soluzioni che migliorino la qualità della vita e il benessere, elementi indispensabili per incrementare le performance. Esistono diverse soluzioni per dimostrare vicinanza ai collaboratori: il portale welfare è uno di questi.

Ne parliamo nell’articolo di oggi, con un approfondimento sul funzionamento e le alternative.

Portale welfare: come generare benessere in azienda

Integrare soluzioni efficaci che soddisfino i collaboratori e migliorino la qualità della vita può sembrare complesso, ma rispondendo in modo efficace alle singole necessità è possibile generare un circolo virtuoso di benessere e soddisfazione.

La scelta delle iniziative adatte è subordinata alla valutazione di esigenze personali e indicatori come l’età e lo stile di vita dei collaboratori.

Un portale (o piattaforma) welfare è uno strumento efficace a disposizione delle imprese che scelgono di intraprendere un percorso strutturato a medio-lungo termine.

Nel prossimo paragrafo, ne approfondiamo gli aspetti pratici, la configurazione e l’utilizzo da parte dei collaboratori.

Tutto ciò che devi sapere sul portale welfare

Come prima cosa, un’azienda interessata a integrare una piattaforma welfare dovrà selezionare un fornitore per il servizio e sottoscrivere l’accordo.

A questo punto, si può procedere con la configurazione del portale in cui si identificano le aree di welfare in base alle esigenze aziendali e dei collaboratori.

Una volta completata, si passa alla formazione dei collaboratori che devono familiarizzare con lo strumento per raggiungere una gestione autonoma. Spetta agli utilizzatori scegliere come e in che misura destinare crediti welfare che l’azienda mette a loro disposizione alle aree presenti nella piattaforma.

Cosa non può mancare in un portale welfare?

Il sistema scelto deve essere intuitivo, navigabile e accessibile in modo semplice da tutti i dispositivi. L’utente deve poter gestire, monitorare e accedere alle funzioni in ogni momento.

welfare aziendale eBook gratuito

 

Inoltre, le aree welfare devono essere complete e comprendere servizi utili e apprezzati. Vediamo dei pratici esempi, di seguito.

Benefit aziendali

Nell’ambito dei flexible benefit, i collaboratori hanno la possibilità di scegliere i buoni acquisto che rientrano nei servizi di welfare aziendale deducibili fino a 258,23€ per collaboratore (per tutto il 2020, l'importo era stato raddoppiato a 516,46€ dal DL ‘Agosto’).

portale welfare

Possono scegliere anche tra diversi servizi legati all’intrattenimento, alla salute e alla cultura.

Previdenza complementare

Si tratta di una contribuzione previdenziale volontaria che si aggiunge a quella obbligatoria. Destinando parte del credito welfare a quest’area, i collaboratori scelgono di investire sull’aumento del proprio potere d’acquisto futuro.

Rimborsi

Questa sezione permette di gestire i rimborsi di spese sia personali, sia per i propri familiari relativi a:

  • rette per iscrizioni scolastiche
  • quote di iscrizione presso enti formativi o campi estivi
  • spese universitarie
  • costi di babysitting
  • costi per l’assistenza dei familiari a carico (anziani o non autosufficienti)

Vantaggi del portale welfare e alternative per le aziende

Scegliere una piattaforma per la gestione dei servizi di welfare permette alle imprese di raggiungere l’obiettivo di offrire ai collaboratori soluzioni efficaci nel medio-lungo termine. Mettendo a disposizione misure e iniziative personalizzate, si può rispondere alle diverse esigenze e migliorare il benessere a tutti i livelli.

Monitorando la soddisfazione dei collaboratori nei confronti di alcune aree di welfare rispetto ad altre, l’azienda può intervenire in seguito con un aggiornamento dei servizi proposti.

A proposito di flessibilità e versatilità, la piattaforma welfare non è l’unica soluzione efficace a disposizione delle imprese.

Oltre ai piani strutturati, esistono infatti soluzioni su misura, attivabili in modo immediato. Un esempio? Pass Shopping è il buono acquisto disponibile in formato cartaceo o digitale, utilizzabile presso un’ampia rete di esercizi commerciali, che offre la massima libertà di scelta.

I flexible benefit come i buoni acquisto possono essere attivati e utilizzati in ogni momento, compatibilmente con la validità e le condizioni contrattuali.


Nell’articolo di oggi, abbiamo parlato delle modalità di utilizzo e delle alternative a un portale welfare. Una piattaforma completa e i benefit flessibili sono ottime soluzioni per rispondere alle esigenze dei collaboratori.

A fare la differenza è il fornitore del servizio che dovrebbe essere un partner affidabile per guidare la pianificazione delle iniziative, in base alle necessità. Sodexo mette a disposizione delle aziende e degli imprenditori la propria esperienza. Scopri di più: prenota una consulenza gratuita e personalizzata!

New Call-to-action

Argomenti: welfare aziendale, benefit aziendali, gestione operativa, buoni acquisto

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti