<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Logo Sodexo
Logo Sodexo

Flexible benefit metalmeccanici: le soluzioni più apprezzate

flexible benefit metalmeccaniciIl rinnovo 2021-2024 del Contratto del settore Metalmeccanico Industria ha confermato quanto previsto nel CCNL del 26 novembre 2016.
Scopri in questo articolo (aggiornato a marzo 2021) le notizie sui flexible benefit metalmeccanici e quali sono le soluzioni più apprezzate da imprese e collaboratori.

Cosa sapere sui flexible benefit metalmeccanici

Nel contratto del 26 novembre 2016 è regolamentata la distribuzione di servizi e strumenti di welfare per il settore industria, nella misura di:

  • 100 € a decorrere dal 1° giugno 2017
  • 150 € a decorrere dal 1° giugno 2018
  • 200 € a decorrere dal 1° giugno 2019

Il rinnovo 2021-2024 del Contratto del settore Metalmeccanico Industria ha confermato quanto previsto nel CCNL del 2016.
Il valore dei beni e servizi di welfare da mettere a disposizione dei collaboratori è pari a:

  • 200€ per l'anno 2021
  • 200€ per l'anno 2022
  • 200€ per l'anno 2023
  • 200€ per l'anno 2024

Con il Protocollo 7/2020, Federmeccanica aveva comunicato ufficialmente che il CCNL Metalmeccanico Industria era entrato in regime di ultrattività a partire dal 1° gennaio 2020 e continuava quindi a produrre gli stessi effetti definiti dalle norme contrattuali.

Di fatto, con questa delibera, tutti gli istituti disciplinati dal contratto nazionale, come ad esempio il welfare aziendale, continuano a essere in vigore secondo i criteri e le modalità stabilite.

Il welfare aziendale non è escluso dal regime di ultrattività, per cui le aziende erano tenute a mettere a disposizione dei collaboratori che ne hanno diritto strumenti di welfare del valore di 200 euro, a partire dal 1° giugno 2020, da utilizzare entro il 31/05/2021.

New call-to-action

Chi ne hanno diritto? I dipendenti che hanno superato il periodo di prova, in forza al 1° giugno o assunti successivamente (entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento), con contratto a tempo indeterminato - apprendistato incluso - e contratto a tempo determinato, purché abbiano maturato almeno 3 mesi di anzianità di servizio, anche non consecutivi.

Per quanto riguarda il settore PMI, è stato ufficializzato a settembre 2020 il rinnovo del nuovo CCNL Metalmeccanico PMI di Cifa e Confsal, in vigore fino al 2023. L’Art. 53.3 del testo è dedicato agli strumenti di welfare aziendale che devono essere messi a disposizione dei collaboratori, per un importo pari a 200€, a decorrere dal 1° giugno 2021 (e dal 1° giugno di ogni anno), da utilizzare entro il 31 maggio dell’anno successivo.

Tra i vantaggi più importanti, troviamo la defiscalizzazione dei servizi di welfare CCNL, i cui ambiti di applicazione sono definiti dagli Articoli 51 e 100 del T.U.I.R.

In tema di welfare e defiscalizzazione, il 7 agosto 2020 è arrivata un’interessante novità, con l’approvazione del Decreto n. 104 (consultabile a questo link) che ha raddoppiato il valore dei beni e servizi che le aziende possono mettere a disposizione dei collaboratori che non concorre alla formazione di reddito da lavoro. Per tutto il 2020, la somma esentasse è passata da 258,23€ a 516,46€.

Non si può escludere, quindi, che un’eventuale conferma del valore non sottoposto a tassazione dei servizi di welfare anche per i prossimi anni non si traduca in un elemento importante anche nei rinnovi dei contratti collettivi nazionali di lavoro.

Quali sono i flexible benefit metalmeccanici più apprezzati e diffusi?

Il buono acquisto fa parte dei servizi di welfare aziendale erogabili come benefit e risulta ancora più vantaggioso: oltre a essere una soluzione versatile, pratica ed efficace per rispondere alle diverse esigenze dei collaboratori, è deducibile fino all’importo massimo di 258,23€ per collaboratore.

I destinatari di un buono regalo, non dovendosi preoccupare della tassazione, possono dunque avere a disposizione il suo intero valore facciale.

flexible benefit metalmeccanici - Pass Shopping

Ma non è tutto, tra i flexible benefit metalmeccanici più apprezzati, troviamo anche i buoni pasto, molto diffusi in Italia grazie ai vantaggi previsti sia per le aziende, sia per i collaboratori che li utilizzano.

Ecco altri esempi di welfare previsti:

  • buoni carburante
  • agevolazioni per i mezzi di trasporto
  • corsi di formazione
  • corsi di lingua
  • polizze integrative
  • assistenza medico-sanitaria
  • rimborso spese scolastiche o rette per asili nido
  • borse di studio per i figli
  • abbonamenti teatrali o per il cinema
  • accesso a mutui e prestiti agevolati
  • previdenza complementare
  • assistenza agli anziani o non autosufficienti a carico
  • servizi di baby-sitting

Come in ogni attività che coinvolge direttamente i collaboratori, anche il successo di un progetto di welfare è determinato dall’effettivo ascolto dei loro bisogni.

Solo così, le imprese hanno l’opportunità di offrire misure concrete che siano davvero apprezzate e utili. Aggiornando l’offerta con regolarità, inoltre, si dimostra un’attenzione maggiore, indispensabile per trattenere i talenti e ridurre il tasso di turnover.


Nell’articolo di oggi, abbiamo parlato dei flexible benefit metalmeccanici, introducendo sia le novità sui rinnovi dei contratti collettivi nazionali, sia le disposizioni sul trattamento fiscale delle soluzioni di welfare.

Sodexo offre alle aziende la sua esperienza per progettare un piano completo e tutte le soluzioni ideali per adempiere alle disposizioni contrattuali: prenota una consulenza gratuita e personalizzata!

New Call-to-action

Argomenti: welfare aziendale, benefit aziendali, welfare rinnovi CCNL, buoni acquisto

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New call-to-action

Articoli recenti